Gallipoli tra natura e cultura

Gallipoli è sicuramente una delle località più note ed amate per chi si reca in vacanza nel Salento. Uno spettacolare litorale, fatto di lunghe ed ampie spiagge, dalla Baia Verde a Lido Conchiglie, da Punta Pizzo a Lido San Giovanni.

Ma non solo di mare e di spiagge si parla quando si accenna a Gallipoli, perchè la cittadina, tutta arroccata su un isolotto legato alla terraferma da un lungo ponte, un tempo in pietra, offre un patrimonio culturale ed artistico di notevole interesse e bellezza. Il suo borgo antico, che un tempo era circondato di alte mura a proteggere l’abitato dalle frequenti incursioni di pirati e saraceni, è un dedalo di viuzze e di vicoli tra i quali si possono scoprire gioielli di arte ed architettura sia civile che religiosa. Innanzitutto le bellissime chiese, che nate in epoca medievale e rinascimentale sono state abbellite e rifatte con il tipico gusto floreale ed elegante in epoca barocca, con maioliche dipinte sia sulle facciate che nella pavimentazione, gli altari, le statue lignee e di cartapesta e tantissimi dipinti, alcuni di grande pregio.

Gallipoli

Gallipoli

E poi anche i palazzi pubblici, tra i quali diverse residenze nobiliari, alcune di epoca rinascimentale, i frantoi ipogei, che venivano scavati nel sottosuolo per garantire una più facile lavorazione delle olive per l’estrazione dell’olio extravergine, la celebre fontana greco-romana, che un tempo si riteneva tra le più antiche d’Italia, con un pregiato bassorilievo di ispirazione rinascimentale.

Da ammirare anche i tanti aspetti culturali che fanno di Gallipoli una cittadina vivacissima ed interessante. Tra gli appuntamenti più noti ai visitatori il mercato del pesce, un pittoresco insieme di bancarelle coloratissime come i tanti pesci che ogni mattina vengono venduti tra il vociare dei pescatori e dei pescivendoli. E poi il Carnevale di Gallipoli, uno dei più famosi del Salento con la sua tradizionale processione di carri allegorici con enormi statue di cartapesta.

Da ricordare anche, durante la Settimana Santa, le processioni sacre con le confraternite di incappucciati che portano in spalle per il paese le statue di Cristo e la croce.

Tra gli altri appuntamenti da non mancare, durante la stagione estiva, una delle ricorrenze più importanti ed amate dai gallipolini, le celebrazioni dedicate a Santa Cristina, con processioni via mare e per il paese con la statua della santa, e la singolare giornata dedicata ad un antico trofeo popolare, la “cuccagna a mare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *